La Casa sul Kehlstein, Obersalzberg-Berchtesgaden (Il Nido dell’ Aquila)

Lo splendido chalet costruito a 1834 metri di altitudine sulle cime del Kehlstein, e conosciuto come il “Nido dell’ Aquila” è tristemente famoso per essere la residenza estiva di Hitler, sebbene questi vi abbia soggiornato molto poco.

Costruito nel 1938, il rifugio del dittatore gli venne regalato da parte del partito per il suo 50°.
Hitler si era già innamorato della zone e prima della costruzione dello chalet soggiornava in una villetta nel villaggio sottostante di Obersalzberg.
Il villaggio venne bombardato nel 45 dagli inglesi che risparmiarono, invece, la costruzione sul picco sovrastante. Per raggiungere lo chalet è necessario inerpicarsi per una strada tortuosa e poi percorrere 139 metri nella roccia a bordo di un ascensore che conduce direttamente nell’abitazione, utilizzato a suo tempo anche da Hitler ed Eva.

Il nido dell’aquila è ricordato nell’immaginario collettivo sopratutto per le immagini fotografiche che ritraggono il fuhrer assieme ad Eva Braun, sulla balconata sovrastante il paese e dalla quale sono ammirabili alcune delle vette più alte della Germania.

Sebbene dovesse essere distrutto, negli anni ’60 la casa passò all’Ente turistico della provincia di Berchtesgaden divenendo un rifugio di montagna e passando ad una gestione privata. Poiché la strada che conduce è preclusa al traffico, è necessario servissi dei pullman che effettuano il servizio navetta. Coloro che preferiscono non servirsi dell’ ascensore possono raggiungere il rifugio partendo dal piazzale e percorrendo un sentiero a piedi per circa 40 minuti.

Curiosità

L’ ascensore che conduce allo chalet è abbellito da specchi, ottoni e sedili in pelle verde.
Il camino di marmo nero che venne inserito nell’ atrio ottagonale del nido delle aquile, era un regalo di Mussolini al Führer.
La costruzione dello chalet ha richiesto un anno di lavoro, la realizzazione della strada 13 mesi. Circa un migliaio di persone sono state impiegate nel progetto.
L’unico enorme tornante che collega l’Obersalzberg e il parcheggio del Kehlstein, permette di superare un dislivello di 700 metri.
Per raggiungere l’ ascensore dal parcheggio è necessario percorrere un tunnel di 124 m, rivestito in pietra naturale.
L’ ascensore che conduce direttamente all’ interno dello chalet impiega 41 secondi per percorrere 139 metri nella roccia.

Hotel Consigliati

Altstadthotel Kasererbr

Altstadthotel KasererbrA conduzione familiare da diverse generazioni, l'Altstadthotel Kasererbr [...]

Hotel Amadeus

Hotel AmadeusSituato nel cuore della storica citt [...]

Doktorschl?ssl

Doktorschl?sslIl Doktorschl [...]

Hotel am Dom

Hotel am DomL'Hotel am Dom sorge nel cuore della zona pedonale di Salisburgo, nelle immediate vicinanze del Palazzo Residenziale, del Teatro dell'Opera del Festiv [...]

Hotel & Villa Auersperg

Hotel & Villa AuerspergIl piccolo ed elegante boutique Hotel & Villa Auersperg, a conduzione familiare da 3 generazioni, gode di una posizione tranquilla nel cuore di Salisb [...]

Hotel Stein

Hotel SteinPosto sulle rive della Salzach, nel cuore di Salisburgo, l'Hotel Stein offre una terrazza sul tetto con vedute panoramiche della citt [...]

Castellani Parkhotel

Castellani ParkhotelStruttura a 4 stelle ubicata in un ambiente verdeggiante, a 15 minuti a piedi dal centro di Salisburgo, il Castellani Parkhotel vanta un mix di archit [...]

Scopri cosa fare a Salisburgo